Nana #Anime

Sai Nana, per quanto ci si possa rendere conto dei propri errori non ci si può aspettare che spariscano. Bisogna imparare a conviverci. Sto ancora chiamando il tuo nome,Nana, non importa quanto male faccia.. non smetterò fino a quando non risponderai.

Hachi

Inauguriamo una nuova rubrica e come non iniziare con Nana? Il manga realizzato da Ai Yazawa è attualmente in pausa a causa dei problemi di salute dell’autrice (sigh) ma l‘anime,originariamente trasmesso da Mtv durante i tempi gloriosi dell‘anime night (mi ripeto, lo so, ma erano bei tempi) è oggi disponibile su Netflix! Grazie Netflix,again. Il manga è di genere josei cioè rivolto a un pubblico femminile adulto quindi di certo non vi annoierete con le atmosfere zuccherose tipiche degli anime shojo (articolo qui).

Storia e personaggi

Tutto inizia in una sera d’inverno su un treno regionale che rimane bloccato a causa della neve. Due ragazze, vicine di posto, scoprono di avere lo stesso nome e di essere dirette verso la stessa città: Tokyo. Ciò che sembra essere un incontro casuale si rivela essere ben altro quando, durante la ricerca di un appartamento, le due ragazze si rendono conto di essere diventate,inaspettatamente,coinquiline!

Nana Osaki è la cantante di un gruppo musicale, i Black Stones e,in fuga da un passato difficile,vede in Tokyo la svolta ideale per la sua carriera e la sua vita.

Nana Osaki
Nana Osaki

Nana Komatsu è una ragazza dal passato tranquillo e con una discreta sfortuna con gli uomini. Si trasferisce a Tokyo per cambiare vita ma,soprattutto, per seguire il suo fidanzato che ben presto si guadagnerà l’antipatia collettiva.

Nana Komatsu

Tra segreti, triangoli amorosi e una discreta dose di drammi, Nana vi regalerà le migliori colonne sonore degli anime scandite dalla rivalità lavorativa e personale tra le due band protagoniste della storia: i Trapnest* e i Black Stones*.

Ancora adesso non riesco a decidermi su quale preferisco (e sono passati anni) ma l’asterisco vi risponderà suggerendovi qualche brano.

Sono stati realizzati anche due film molto fedeli. Qui le descrizioni.

Perchè guardarlo

Vi innamorerete. Perdutamente. Ciò che a mio parere rende Nana uno degli anime più iconici degli inizi anni Duemila è l’umanità che i personaggi trasmettono. Mi spiego,ogni personaggio ha un carattere particolare segnato dai vari eventi della vita che li rende imperfetti, fragili, umani appunto. Vi arrabbierete con loro, vi riconoscerete in loro e, perché no, crescerete con loro. Il tutto raccontato attraverso frasi, canzoni e momenti iconici. Insomma, per entrare nel mondo degli anime conoscere Nana è un obbligo.

Non ve ne pentirete.

Qui il trailer dell’anime

L’asterisco risponde

Black Stones

Trapnest

Segui il tempio su

Ricevi gli articoli in anteprima!

Rispondi