Like4Like #fumetti

Tornano le recensioni non recensioni del tempio. Dopo mesi di latitanza (vorrei dire in ritiro spirituale ma in realtà stavo affogando nella quotidianità da laureatachecercalavoro) m’interrogavo su come quale tema scegliere per il gran(?) ritorno.

Considerando il periodo storico che stiamo vivendo ( la frase “finiremo sui libri di storia” è frustrante quanto “andrà tutto bene”) e le cose assurde che circolano su web e televisione, ho scelto Like4like per spiegare il livello di pazzia delle persone in questo momento: fake news, tuttologi, moralisti, meme, complottisti.

TUTTO per un qualche like.

Like4Like in poche parole

In un futuro non troppo lontano, il mondo ha abbandonato ogni credenza e ha abbracciato la vera fede: quella del Grande Like.

Edito da Shockdom, Like4like nasce da un racconto di Marco Rincione e dalla matita di Prenzy sui comportamenti assurdi degli utenti di Facebook per ottenere visibilità.

Il titolo stesso fa riferimento a uno degli hashtag in voga su Instagram qualche anno fa e che rappresenta il nodo centrale di quest’opera visionaria. Visionaria perché questa riflessione nasce nel 2015 e,cinque anni dopo, è più che mai attuale.

La storia ruota intorno alla vita dei tre protagonisti succubi del sistema del Grande Like,ormai divenuto una divinità: ricevere un like vuol dire guadagnare un giorno in più di vita mentre darne uno significa donarlo a colui o colei che scegliamo di salvare. Cosa succede se non si rispettano le regole? Si è sottoposti a un duro #processo dove accusa e difesa danno vita a uno scontro mortale.

#Accusa

Chiunque minerà il sacro ordine del Like e metterà in crisi il suo equilibrio con azioni contraddittorie, come l’auto-like,sarà perseguibile e punibile in modalità variabile.

#Difesa

Ognuno ha diritto a difendersi dall’inedia e dalla povertà per mezzo di un lecito investimento e impiego dei propri likes. Le ricchezze e i guadagni ottenuti da attività legali e conformi all’ordine del Like saranno proprietà del guadagnante.

Perché leggerlo e consigliarlo

Mi ha colpito dalla copertina: così cruda ma perfettamente in linea con quello che,purtroppo, è diventato il mondo dei social. Per chi,come me, ne ha vissuto la nascita ed è cresciuta con essi, la situazione odierna non può che fare rabbia.

Non ci sono molti fumetti che parlano di social in questo modo: un mezzo potente che in base all’uso può diventare una risorsa o una dipendenza. Siamo noi che scegliamo consapevolmente o no che ruolo svolgeranno nella nostra vita. Alienarsi può sembrare una soluzione alle difficoltà del mondo reale ma quello digitale è molto più pericoloso se non conosciuto in profondità.

Il logout a volte è necessario. Giusto per capire cosa c’è oltre lo schermo.

Like4Like è una storia reale,struggente che dovrebbe far riflettere,soprattutto in questo momento, dove ogni parola,virgola o reaction possono fare la differenza su ciò che siamo e su quello che diventeremo.

Potete acquistarlo in formato digitale su E-Shockdom o in formato cartaceo sui principali rivenditori online.

Buona lettura e fatemi sapere cosa ne pensate!

Segui il tempio su:

Vuoi ricevere gli articoli via mail?

Rispondi