The Crown #telefilm

Spulciando nella libreria Netflix ho trovato il consiglio bingewatching che fa per voi: The Crown.

Bingewatching automatico

Windsor, Regina Elisabetta e cappellini strani colorati sono tre parole che se avete vissuto sulla Terra negli ultimi decenni non potete non conoscere.

Ammetto di essere di parte essendo da sempre appassionata di storia e dinastie reali ma questo è uno dei tanti gioiellini che Netflix ci regala: cast spettacolare, produzione di alto livello e colonne sonore da brividi.

The Crown,composto ad oggi da tre stagioni, narra la storia della regina Elisabetta II partendo dall’incoronazione a seguito della morte del padre, diventato inaspettatamente Re dopo l’abdicazione del fratello Edoardo VIII, fino agli anni di regno più impegnativi alle prese con scandali familiari e diplomatici.

Entrambe le interpreti della regina Claire Foy (stagione 1-2) e Olivia Colman (stagione 3) hanno interpretato il ruolo magnificamente trasmettendo potenza e regalità,doti tipiche di un personaggio iconico come quello della regina.

I personaggi

Le prime due stagioni delineano i rapporti e le caratteristiche principali dei vari personaggi,inutile dire costruiti alla perfezione. Si parte dal rapporto stabile seppure travagliato della coppia per eccellenza: Elisabeth e Philip. Quest’ultimo da sempre carismatico e ligio alle gerarchie farà fatica ad accettare il ruolo secondario di principe e,paradossalmente,di marito.

Altro rapporto che pian piano si andrà indebolendo è quello tra le due sorelle, Margareth ed Elisabeth, totalmente diverse ma costrette, a loro modo, a sacrificare sogni e felicità per la corona.

Il personaggio di Margareth è uno dei più interessanti in questo primo arco narrativo. L’ho adorato: intenso,anticonformista,umano. Un esempio di come sia difficile emergere quanto tutti ti considerano solo la sorella della regina e, per il bene della casata, si sia costretti a seguire le regole rinunciando alla felicità.

Nella terza stagione,per ovvie ragioni narrative, è cambiato il cast ma questo non ha di certo indebolito la serie,anzi! Credo che questa sia una delle stagioni più dark in cui si affronta una crisi economica,politica e istituzionale. La monarchia è in pericolo, i suoi componenti sono disillusi e la regina,per la prima volta,esita. Come ottenere la fiducia del popolo senza sminuire il potere monarchico?

Si esplorano anche le personalità dei principi con particolare attenzione a Charles e Anne. Non pensavo che l’avrei mai detto MA ho rivalutato molto il personaggio di Charles. Per la prima volta viene davvero raccontata la sua storia, mostrando dei lati sconosciuti al pubblico.

Una serie intensa che vi rimarrà nel cuore. Fidatevi.

Trailer

Segui il tempio su

Vuoi ricevere gli articoli via mail?

Rispondi