Tutto sbagliato #letterenotturne

Vi è mai capitato di sentire una voragine dentro di voi dalla quale cercate disperatamente di riemergere? Come se qualcosa che sapete di avere dentro e cercate di domare e conviverci?

Quella sensazione di solitudine e di non poter confidarsi totalmente con nessuno. Persone vicine eppure lontane. Persone che ti danno per scontato senza mai chiederti realmente come stai.

Vi concentrate su mille cose scrupolosamente per non provare quella sensazione. Cercate di andare avanti testardamente. Ma nel momento in cui rallentate è impossibile non provarla.

La parte negativa del crescere è capire quanto tempo si è sprecato in situazioni o persone che non lo meritavano.

Ma con resilienza e tenacia si può e si deve andare avanti.

La solitudine si rivela spesso essere una medicina,un rifugio da tutto quello che la vita e le persone ti costringono ad affrontare soprattutto se siete delle persone sensibili.

La sensibilità a volte è una condanna. Troppo intensa,profonda.

Potrà capitarvi che in un momento della vita vi ritroverete soli,delusi e letteralmente a pezzi.

Sarà normale piangere,avere paura,voler sparire ma quello che dovete ricordare è che chi non vi abbandonerà mai è già con voi. Siete voi.

Puntate su voi stessi. Ripartite da voi.

Rispondi